Il calisthenics, uno sport dinamico ancora da scoprire

Il giusto equilibrio tra statico e dinamico, concentrazione e pura adrenalina. Ecco cosa si trova quando ci si addentra nel mondo del calisthenics, una disciplina sportiva in grado di risvegliare anche nell’animo meno sportivo la voglia di mettersi alla prova. Si tratta di un ottimo compromesso per i giorni difficili del lockdown, ma può anche essere il perfetto alleato per scaricare la tensione e tenersi in forma. Ce ne parla Simone, ormai appassionato di questo sport ancora poco conosciuto nel nostro paese.

In una società segnata dal COVID, molta gente cerca di mettersi in gioco provando a tenersi in forma. Ad ormai poco più di un anno dalla chiusura delle palestre diventa sempre più difficile avere il giusto stimolo per allenarsi. Tuttavia gli attrezzi e le macchine della palestra non sono gli unici mezzi per lavorare sul nostro corpo. Tra le varie soluzioni c’è il calisthenics, anche conosciuto come “street workout”, uno sport a corpo libero che comprende alcuni aspetti della ginnastica artistica con anelli e parallele. Esso è composto da esercizi di tirata, in cui mani e corpo si avvicinano, ed esercizi di spinta, in cui mani e corpo si allontanano.

Questa disciplina, oltre che dare tante soddisfazioni, conferisce a chi la pratica una forma fisica notevole, senza però rinunciare alla mobilità del corpo. La libertà di questo sport sta proprio nel nome con cui viene chiamato, letteralmente traducibile come “allenamento di strada”; infatti, a differenza di altri sport, è possibile allenarsi ovunque, e gli unici limiti effettivi stanno nella nostra testa. Il lavoro a volte può essere stressante e in certi casi può causare infortuni, ma è senza dubbio un ottimo compromesso, un perno in uno stile di vita sano e attivo. È una continua sfida con sé stessi, alla ricerca di risultati sempre più alti, ma soprattutto di stimoli che ti facciano sentire bene con te stesso a fine giornata.

Atleta di Calisthenics

Purtroppo non è uno sport molto conosciuto, e a dire il vero non è nemmeno riconosciuto come tale. È un gran peccato, considerando che l’Italia è uno dei Paesi che più eccelle nel calisthenics: atleti del calibro di Andrea La Rosa, Emanuele Majeli e Gaggi Yatarov sono stati campioni nazionali di questo sport, partecipando alle gare organizzate nelle varie fiere di wellness e fitness a giro per Italia ed Europa. Ecco un video del “Campionato del Mondo Street Workout 2018”, in cui l’eccellenza italiana è inequivocabile: https://youtu.be/V7uVeA-4Ik8

Confido che con il tempo si arrivi a parlare sempre di più di questa piccola realtà che sta proprio accanto a noi, ma di cui si conosce ben poco. Tra la gente la voglia di tornare alla normalità è tanta, e le palestre prima o poi torneranno a pullulare di gente, ma nel frattempo bisogna tenere duro e non perdere la voglia di allenarsi, magari facendolo con soluzioni alternative che – perché no? – possono diventare delle vere e proprie passioni.

Simone Maffeis

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *