Olimpiadi ambientali, ideare un futuro green dai banchi di scuola

Anche questo anno all’istituto Oberdan si svolgeranno le Olimpiadi Ambientali, una competizione aperta a tutti gli studenti della scuola che invita le nuove generazioni a sviluppare la capacità di trovare il giusto equilibrio tra progresso e ambiente, che consenta di continuare sulla strada del progresso, senza danneggiare irrimediabilmente l’ambiente dal quale la nostra stessa sopravvivenza dipende. Gli studenti dell’Oberdan, in gruppi di massimo 10 persone o singolarmente, possono dare un contributo partecipando al concorso e creando un progetto seguendo questo tema, con la possibilità di vincere diversi premi. Ecco gli argomenti che possono essere affrontati:

  • Viaggi e spostamenti green;
  • Una casa eco-sostenibile;
  • Alimentazione sana e sostenibile;
  • Abbigliamento sostenibile, fast fashion;
  • Covid e ambiente: la pandemia è un vantaggio per l’ambiente o aumenta l’inquinamento?
  • sostenibilità passata e futura: buone prassi da rinnovare e cattive abitudini da modificare.

I lavori possono essere video – manifesti (in formato digitale), oppure testi narrativi (una fiaba, un racconto breve, una poesia). I partecipanti che realizzeranno i tre lavori migliori otterranno come primo premio un cestino di prodotti a Km 0 gentilmente offerti dall’agriturismo “CAPETONE”  di Brignano Gera D’Adda, come secondo premio alcuni prodotti ecosostenibili per l’igiene personale confezionati in una borsa “handmade” versatile e riutilizzabile, ed infine – terzo premio – un contenitore riutilizzabile e bulbi di tulipani.

Data l’internazionalità del problema ambiente (che ogni anno uccide 4 milioni di persone in tutto il mondo) sarà possibile consegnare lavori anche in lingua inglese. Questi progetti verranno poi utilizzati per promuovere l’ambientalismo, oltre ad essere un ottimo esercizio per la riflessione e per il pensiero critico sull’importantissima tematica di cui sono oggetto. Il nostro ecosistema è a rischio, ed è essenziale che la tematica venga sensibilizzata soprattutto nella comunità scolastica: grazie a questa opportunità possiamo metterci in gioco e dare voce alle nostre idee, condividendole e confrontandole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *