Destinazione Heidelberg

Pubblicato da Redazione PartitaTripla il

“Viaggiare apre la mente”.

Ecco l’esperienza degli studenti di 5G RIM, che hanno partecipato a uno stage linguistico in Germania, tra balli con costumi d’epoca, macchine storiche e Brauhaus.

Lo stage linguistico a Heidelberg è purtroppo terminato. Abbiamo trascorso una settimana presso famiglie tedesche con le quali ci siamo trovati molto bene, grazie anche ai momenti  piacevoli passati con loro, come cantare insieme. Durante il soggiorno, trovandoci in un Paese diverso dal nostro, abbiamo avuto la possibilità di riflettere sulle differenze culturali e linguistiche che distinguono la Germania e l’Italia. In particolare, il fatto che ci abbiano ospitato in famiglia è stato un fattore decisivo che ci ha permesso di immergerci completamente nel luogo in cui ci trovavamo, di metterci alla prova e di allenare la nostra capacità di adattarci. Le cene in famiglia sono state uno dei nostri momenti preferiti poiché abbiamo appreso molte curiosità sulla routine delle famiglie tedesche, sui loro usi e su Heidelberg e i dintorni. Questa esperienza, in aggiunta al corso di lingua che abbiamo frequentato, ci ha aiutati a conoscere nuovo lessico, soprattutto parole che si utilizzano nei contesti casalinghi e quotidiani. Durante il corso di lingua abbiamo imparato molto: abbiamo ripassato alcune regole relative alla grammatica, appreso nuovi vocaboli attraverso dei simpatici giochi e soprattutto abbiamo migliorato la comprensione orale svolgendo alcuni esercizi di ascolto.

Nei pomeriggi abbiamo visitato la bellissima città di Heidelberg, una città con mezzi di trasporto efficientissimi, molto pulita e ordinata!
Abbiamo fatto delle lunghe camminate, ma ne è valsa la pena! Ad esempio, dal Philosophenweg, abbiamo guardato tutta la città da una bellissima angolazione. Abbiamo visto talmente tante cose che è quasi impossibile tenere a mente tutti i dettagli!
Al Kurpfälzisches Museum ci è stata raccontata la storia dei principi elettori del Palatinato e al Castello di Schwetzingen, la loro residenza estiva, ci siamo messi nei loro panni indossando costumi d’epoca e ballando come se fossimo alle loro feste. Ognuno di noi ha potuto scegliere e indossare il vestito che preferiva e immedesimarsi in una dama o in un principe. Dopo esserci cambiati abbiamo visitato tutto il Castello e l’enorme giardino. Il Castello è stato di sicuro un posto bellissimo da vedere, sia per la storia che per la posizione; infatti si poteva ammirare una vista unica della città e inoltre siamo riusciti a scattare foto fantastiche grazie anche al panorama e al bellissimo tramonto che ci siamo trovati davanti.

Heidelberg è una città universitaria e durante la settimana ci siamo mischiati agli studenti tedeschi pranzando nella mensa dell’università! È stata la prima volta che abbiamo mangiato in un contesto simile!

Sono state organizzate anche due serate da passare tutti insieme in locali tipici della città, il martedì e il giovedì. La prima l’abbiamo passata facendo una passeggiata e fermandoci in un bar per bere una birra (naturalmente alkoholfrei). La seconda, invece, è stata una cena di classe organizzata presso un ottimo pub, un birrificio, che in tedesco si dice Brauhaus e che in questo caso si chiamava “Vetter”, dove abbiamo avuto la possibilità di assaggiare piatti tipici di Heidelberg. Queste serate ci sono servite molto per passare del tempo extrascolastico con i nostri compagni e per interagire con i dipendenti dei locali, rafforzando il nostro tedesco.

Durante i viaggi di andata e ritorno abbiamo inoltre avuto l’occasione di visitare la città di Friburgo e il Mercedes-Benz Museum di Stoccarda.

Lunedì pomeriggio siamo arrivati a Friburgo. Ci siamo recati nella piazza del Municipio, dove ci ha accolti la guida. Abbiamo visto la casa di Erasmo da Rotterdam e la cattedrale; grazie a una lezione di storia, abbiamo conosciuto gli avvenimenti passati per capire come è stato creato quello che noi vediamo al giorno d’oggi. Abbiamo infine fatto una passeggiata vicino ai piccoli canali (Bächle) che attraversano tutto il centro storico. La leggenda dice che chi cade in un Bächle sposerà una persona di Friburgo!

A Stoccarda abbiamo invece visitato il museo della Mercedes-Benz: è stato molto interessante e ci ha permesso ancora una volta di imparare qualcosa di nuovo della lingua tedesca. Il museo era veramente enorme, infatti era composto da otto piani, ognuno con diversi settori automobilistici. Le automobili, i pullman e qualunque altro mezzo presente nel museo avevano un’origine dall’inizio del secolo scorso fino ai giorni nostri. Una sezione che ci ha colpito molto è stata quella costituita dalle automobili possedute da figure che hanno lasciato un segno nel Novecento: per esempio era presente la vettura di Lady Diana, quella del papa del 1980 e quella usata durante le riprese del film “Jurassic Park”. Come già detto, è stata un’esperienza fantastica che ha lasciato tutti a bocca aperta ed è stato un ottimo modo per concludere la gita.

La cosa più importante, però, è aver conosciuto una nuova cultura, notando tutte le piccole differenze tra l’Italia e la Germania.
Questo stage linguistico con la 5G è stato il miglior modo per chiudere in bellezza cinque anni di scuola.
Non possiamo assolutamente dimenticarci di ringraziare i nostri professori che ci hanno accompagnati, ci hanno sempre aiutati a comprendere al meglio tutto, dal semplice volantino che vedevamo per strada alle basi per comunicare in un bar.
È stata un’esperienza fantastica, anche se purtroppo è giunta l’ora di tornare a casa…

Ne faremo tesoro e consigliamo di partecipare a tutti coloro che ne hanno la possibilità!

Laura Solivari, Sara Conti, Filippo Pandolfi, Marco Piana, Matteo Colombi, Carlotta Mossi, Beatrice Carpi, Francesco Bazzi, Flavio Zaghen – 5G RIM


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *